Seleziona una pagina

Nell’estate del 2015, mentre mi trovato in Grecia per lavoro, in un pomeriggio libero ho partecipato con emozione all’Athens Pride scattando alcune fotografie.

Non ho dimenticato quelle immagini nell’archivio ma dentro di me sentivo che prima o poi sarebbe arrivato il momento giusto per raccontare attraverso la mia fotografia e le mie parole quel pomeriggio.

Quel giorno è arrivato oggi, tre anni dopo, in occasione di un evento molto importante per la città di Perugia.

Il 30 giugno 2018 per la prima volta le vie del centro storico della città si animeranno con i colori dell’arcobaleno e di sorrisi di tutte le persone che vorranno celebrare la Giornata Mondiale dell’Orgoglio LGBT (lesbico, gay, bisessualee transessuale).
Da più di vent’anni l’Associazione Omphalos LGBTI lavora sul territorio umbro con eventi, campagne e iniziative per sensibilizzare le persone sulle tematiche LGBT e quest’anno per la prima volta da Piazza Grimana partirà un corteo, la gaia invasione, che arriverà in Piazza Italia; tra le grandi città del mondo da quest’anno anche Perugia avrà il suo Pride!

Perché partecipare?
Esiste cosa più importante della tutela dei diritti umani?

Viviamo in un una società in cui ancora ogni giorno vengono discriminate, torturate e uccise persone per il loro orientamento sessuale; il divano di casa sarà anche confortevole ma le battaglie civili si combattono comunicando, informandosi, partecipando, non stando seduti a sbraitare contro la tv.

La rivoluzione comincia da un piccolo passo fatto da una singola persona nei limiti delle sue possibilità così tra 20, 30, 40 anni racconteremo ai nostri figli e nipoti che abbiamo fatto con impegno la nostra parte per lasciargli un mondo migliore.

Sogno un futuro senza barriere, senza persone inquadrate secondo canoni culturali standard, perché la sicurezza dell’incasellare gli esseri umani da una parte o dall’altra non sarà mai bella e forte come la libertà delle diversità che si incontrano e mescolano.

Sogno mani che si tengono affrontando insieme le salite della vita senza importanza di colori o generi di appartenenza.

Sogno occhi che si sorridono e supportano che non discriminano o schivano.

Sogno bocche che si baciano creando amore che non urlano creando odio.

Sogno…sogno…sogno e quindi vado al Pride!Vieni anche tu!

Francesca Boccabella

Cliccando a questo link potete sostenere economicamente il Pride di Perugia https://www.produzionidalbasso.com/project/perugia-pride-2018/